Coordinamento Contadino Piemontese
… per un'agricoltura contadina, ecologica e solidale
Rosarno, due anni dopo
Categories: General

Il 7 gennaio 2010, scoppia la rabbia dei braccianti africani impiegati nella raccolta degli agrumi a Rosarno, in Calabria.
Dopo due anni migliaia di persone continuano ancora a lavorare per pochi soldi sotto la costante minaccia della Bossi-Fini, del sistema dei caporali e di una guerra tra poveri alimentata dalla crisi. Ma da allora alcuni di questi lavoratori hanno iniziato a lottare per i propri diritti, coinvolgendo altre realtà, associazioni, centri sociali, gruppi di acquisto solidale e popolare, associazioni contadine, sindacati dal sud al nord Italia.

Sabato 14 gennaio 2012
, dalle 15 alle 19, ARI Piemonte, Ong M.A.I.S., Equosud, Csoa Gabrio saranno in piazza (via Nizza 230, di fronte a Eataly, e in via Livorno 51, di fronte all’Iper Coop) per dare visibilità alla Campagna “SOS Rosarno” nella distribuzione diretta di agrumi provenienti da agricoltura biologica e da aziende contadine della Piana di Gioia Tauro che assumono i lavoratori migranti nel rispetto dei diritti sindacali e umani.
Per tutto il pomeriggio, le organizzazioni promotrici dell’iniziativa distribuiranno le arance prodotte in Calabria in cambio di un’offerta e saranno a disposizione con materiale informativo per raccontare l’iniziativa.

L’evento di Torino si inserisce in una serie di manifestazioni che in questi giorni si stanno svolgendo in diverse regioni italiane e allo stesso tempo in un percorso più ampio di tutela e appoggio all’agricoltura contadina, agroecologica e solidale e del rispetto della dignità dei lavoratori agricoli migranti in Italia e in generale in ogni parte del mondo, attraverso la crescita di consapevolezza delle diverse tipologie di agricoltura, del rapporto diretto fra consumatori e produttori, della conoscenza delle distorsioni del mercato dei prodotti agricoli e delle politiche agricole.

In serata, alle 21, presso il csoa Gabrio (via Revello 3) verrà proiettato il documentario “Les mandarins et les olives ne tombent pas du ciel” realizzato da Silvia Pérez-Vitoria in Calabria lo scorso marzo in occasione della missione sindacale europea per incontrare gli immigrati che lavorano in agricoltura.

Sono disponibili 900 chilogrammi di arance in cassette da 10 chilogrammi l’una a 1.20 euro al chilogrammo.
Per maggiori informazioni:

ARI Piemonte – www.assorurale.it
Ong M.A.I.S. – www.mais.to.it
Equosud – www.equosud.org
Csoa Gabrio – gabrio.noblogs.org

 

Leave a Reply